COSA FACCIO SE MI ACCORGO DI UNA PERDITA?

Controllare regolarmente il contatore permette di verificare tempestivamente la presenza di eventuali perdite. Un esempio? Se anche chiudendo tutti i rubinetti di casa il contatore continua a girare vuol dire che è in atto una dispersione. In caso di constatazione di una perdita occulta occorre contattare Colline Comasche utilizzando il MODULO DI DENUNCIA PERDITE OCCULTE.
Insieme al modello di denuncia, debitamente compilato in ogni sua parte, l’utente deve allegare la dichiarazione dell’idraulico intervenuto per eseguire la riparazione, materiale fotografico a corredo della stessa, la fattura di Colline Comasche che l’utente ritiene viziata dalla perdita occulta.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DEL MODULO

  • Presso gli sportelli di via IV Novembre 16 a Lurate Caccivio
  • Presso gli sportelli temporanei attivi in alcuni Comuni del territorio
  • Inviandolo via fax al numero 031 4951222
  • Via Email a: info@collinecomasche.it
Download Modulo

SE C’È UNA PERDITA SI DEVE PRESENTARE UNA DENUNCIA!
Se si è constatata una perdita sulla rete di proprietà occorre sempre e comunque contattare Colline Comasche utilizzando il MODULO DI DENUNCIA PERDITE OCCULTE.

ASSICURAZIONE CONTRO LE ``PERDITE OCCULTE``

Come tutelarsi da queste situazioni? Tra i servizi offerti da Colline Comasche vi è la possibilità di sottoscrivere un’apposita polizza assicurativa che copre il rischio in caso di perdite occulte dovute da un fatto accidentale, fortuito e involontario a seguito, ad esempio, della rottura della condotta a valle del contatore oppure per effetto di vetustà, corrosione o guasto. Si fa presente che la perdita che deve avvenire in una parte dell’impianto non visibile esternamente in modo diretto.
Il costo annuo per l’utente è pari ad euro 6 per le utenze domestiche ed euro 15 per le utenze non domestiche.
Non possono essere assicurate utenze quali cantieri edili, impianti antincendio, impianti per vivai di pescicoltura, impianti frigoriferi ad uso industriale, autolavaggi, impianti di innaffiamento ad uso agricolo ed impianti sportivi costituiti da piscine e vasche da nuoto aperte al pubblico. Per stipulare l’assicurazione contro le perdite occulte occorre compilare l’apposito MODELLO ADESIONE ASSICURAZIONE e consegnarlo a Colline Comasche.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DEL MODULO

  • Presso gli sportelli di via IV Novembre 16 a Lurate Caccivio
  • Presso gli sportelli temporanei attivi in alcuni Comuni del territorio
  • Inviandolo via fax al numero 031 4951222
  • Via Email a: info@collinecomasche.it
Download Modulo
PARTICOLARITÀ DEL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE CONTRO LE PERDITE OCCULTE
Casi non coperti dall'assicurazione
  • Da difettoso funzionamento di rubinetti, elettrodomestici, sanitari e “troppo pieni”
  • Dagli impianti in vista (non interrati o annegati in conglomerato cementizio)
  • Conseguenti a dolo e colpa grave dell’Utente
  • Causate da incendio, esplosione, scoppio, eventi atmosferici e naturali, terremoti, eruzioni vulcaniche, inondazioni
  • Verificatesi in occasione di atti di guerra, di ostilità (con o senza dichiarazione di guerra), di guerra civile, di insurrezione, di occupazione militare e di invasione
  • Verificatesi in occasione di esplosioni, emanazioni di calore o radiazioni provenienti da trasmutazione del nucleo dell’atomo o di radiazioni provocate dall’accelerazione artificiale di particelle atomiche
  • Relative ad utenti morosi fino a quando perduta la situaizone di morosità
  • Avvenute anteriormente alla data di effetto della presente polizza
Limiti di indennizzo

L’importo massimale risarcibile è stabilito in euro 5.000,00 per sinistro per cliente domestico in utenza singola e in euro 7.500,00 per sinistro per utenze multiple e/o utenze non domestiche o miste. L’importo risarcito si riferisce ai soli esuberi di consumo di acqua con esclusione delle spese sostenute per la ricerca e la riparazione della perdita occulta.

Documentazione da presentare con la denuncia

Insieme al modello di denuncia, debitamente compilato in ogni sua parte, l’utente deve allegare tutta la documentazione che descrive l’intervento di riparazione effettuato nonché materiale fotografico a corredo della stessa. Inoltre è necessario che lo stesso utente conservi per almeno un anno il materiale oggetto dell’intervento (ad esempio: la tubazione ammalorata, ecc…)