Dove è possibile trovare le analisi dell'acqua del rubinetto?

Colline Comasche pubblica sul proprio sito i risultati delle analisi dell’acqua. Gli stessi dati sono diffusi attraverso le bollette. Se la bolletta è di tutto il condominio per avere informazioni aggiornate potete chiedere all’amministratore del vostro stabile di esporre la bolletta nello spazio destinato alla comunicazione con i condomini.

Si può bere l'acqua quando ha odore di cloro?

L’Acquedotto utilizza l’ipoclorito di sodio (comunemente detto cloro) come disinfettante allo scopo di garantire la perfetta igiene dell’acqua, dalla centrale di pompaggio fino al rubinetto. Per eliminare questo inconveniente basterà raccogliere l’acqua in una brocca e lasciarla decantare per qualche minuto.

Se dal rubinetto scende acqua con una colorazione tendente all’arancione, cosa significa?

Può significare che nello stabile sono stati fatti di recente dei lavori sulla rete interna di distribuzione oppure che l’erogazione dell’acqua è stata interrotta e che si è formato un ristagno nei tubi. La stessa situazione si può verificare quando il rubinetto resta chiuso per molto tempo (es. per il periodo delle ferie). Per eliminare questa colorazione basterà lasciar scorrere abbondantemente l’acqua, anche per una decina di minuti.

A volte l’acqua contiene tracce di sabbia. Cosa fare?

La presenza di sabbia non indica un’alterazione della qualità dell’acqua. Nella maggior parte dei casi questi residui derivano dal calcare che si forma per la normale precipitazione degli ioni di calcio e magnesio, soprattutto quando si riscalda l’acqua per gli usi domestici. Per ristabilire un flusso trasparente è sufficiente utilizzare e tenere sempre pulito i filtri di erogazione posizionati sul rubinetto.

Perché l'acqua può avere un colore biancastro e/o micro-bollicine?

La causa di questa opacità è l’elevata pressione dell’acqua determinata sia dagli impianti di pompaggio cittadini, sia dalle autoclavi condominiali. Tale pressione è necessaria per poter servire anche i piani più alti delle abitazioni. Per avere l’acqua limpida è sufficiente aspettare pochi minuti dopo il prelievo per permettere alle micro-bollicine di evaporare naturalmente.

Quali sono gli oneri per attivare una nuova utenza in caso di allaccio esistente?

Nei casi di predisposizione esistente i costi per l’attivazione sono i seguenti:

  • € 10,00 per spese contrattuali per utenza con uso domestico;
  • € 20,00 per spese contrattuali per utenza con uso non domestico;
  • € 16,00 per spese di bollo per tutte le utenze
  • deposito cauzionale il cui importo è variabile in base all’uso e al numero delle unità abitative e che, nel caso di utenze domestiche, può non essere corrisposto scegliendo come modalità di pagamento l’addebito diretto SEPA.

Ho deciso di cambiare casa, cosa devo fare per cessare la fornitura?

Deve chiudere l’utenza compilando il Modulo Chiusura Utenza, indicando la lettura al momento dell’abbandono dell’immobile. Nel caso in cui il contatore sia posizionato all’interno della proprietà privata e non sia previsto un subentro, è necessario concordare con i nostri uffici un appuntamento per procedere alla piombatura/rimozione del contatore.

Ho il sospetto che ci sia una perdita dopo il contatore, come posso fare per controllare?

È opportuno verificare che il contatore, con tutti i rubinetti chiusi, non avanzi. Se lo fa, vuol dire che c’è una perdita all’interno dell’impianto idraulico. In questo caso deve contattare il proprio idraulico di fiducia. Se la perdita riscontrata ha comportato la dispersione dell’acqua nel terreno e non nella fognatura, è possibile presentare un domanda di sgravio della bolletta compilando il Modulo Denuncia Perdite Occulte.